STAI CERCANDO UN MAKE-UP ARTIST PER IL TUO MATRIMONIO VINTAGE?

Se state organizzando il vostro matrimonio in stile vintage, un’altra scelta molto importante da fare è quella del Make-Up Artist.
Se parliamo di Vintage, inevitabilmente stiamo parlando di moda e di conseguenza non possiamo non considerare e non dare la giusta importanza al Make-up.
Il trucco in stile retrò è un trend che non è mai scomparso,  rivive infatti sui volti delle modelle, cantanti, attrici, showgirl e in mille look perché ispirati alle icone di bellezza di epoche mai vissute.
Il trucco è stato da sempre un modo per distinguersi nella società e spesso determinava l’appartenenza ad una classe sociale, col tempo invece ha assunto un connotato diverso, diventando più un modo per valorizzare un outfit o per essere in tema per una determinata occasione.

Nel Vintage Make-Up sono tre gli elementi da valorizzare nello specifico:
– gli occhi, rendendoli ammalianti con eyeliner, mascara e ciglia lunghissime;
– le labbra seducenti, con colori rossi intensi;
– la pelle, morbida e delicata, quasi un’incarnato da bambola.

Ma vediamo più nello specifico come è cambiata la moda del make-up negli anni!

MAKE-UP NEGLI ANNI ’20

Negli anni ’20 il modello estetico in voga sono le “Flapper Girls“, donne emancipate e anticonvenzionali che si caratterizzano per l’eccessivo trucco, per il fatto che bevono alcolici come gli uomini, ma soprattutto per la loro sessualità disinvolta e libera.
Nonostante l’eccentricità, il look rimane decisamente elegante!

Un’ombreggiatura scurissima sugli occhi, va di moda lo Smokey eyes, (letteralmente “occhi fumosi”) ed è una tecnica di trucco che si basa sulla sovrapposizione di colori, tutti perfettamente sfumati e amalgamati tra loro. Gli occhi sono poi accentuati da sopracciglia importanti con un allungamento verso le tempie. Il tutto abbinato ad un fondotinta di base molto chiaro e rossetto intenso che ridisegna la bocca a forma di cuore.

Per quanto riguarda i capelli invece il must è un taglio corto, liscio a caschetto.

MAKE-UP NEGLI ANNI ’30

Negli anni ’30 la donna si presenta in modo completamente diverso rispetto al decennio precedente. Ora è magra ma con le curve, è atletica ma senza rinunciare alla sua femminilità, ama la natura e gli incontri nei salotti culturali.
Le nuove tendenze arrivano da Parigi, capitale della moda e da Hollywood, capitale del cinema, le cui dive come Greta Garbo e Marlene Dietrich ispirano le donne con questa bellezza sofisticata dal corpo curvilineo.

Questi anni vedono come protagonista il rouge, utilizzato per definire la forma del viso e creare zigomi scavati ed un contorno scarno e drammatico, un make up utilizzato proprio dalle attrici dell’epoca.

Sopracciglia sottilissime ed arcuate, occhi importanti con sfumature scure delineati da matita e mascara, le labbra accentuate con rossetto rosso dai contorni arrotondati e più naturali.

capelli sono sempre piuttosto corti ma più ondulati.

MAKE-UP NEGLI ANNI ’40

Mentre gli anni ’30 hanno rappresentato un’esplosione di glamour, gli anni ’40 subiscono un forte cambiamento a causa del periodo storico. È un’epoca in cui scarseggiano i beni di prima necessità (come alcol e oli) e di conseguenza anche il settore della moda e della bellezza ne subisce le conseguenze.

La diva di riferimento è senza dubbio la bellissima Rita Hayworth, ma anche Jane Russel, Lana Turner, Lauren Bacall e Veronica Lake.

Nel make-up lo stile è ricercato ma più essenziale, si punta sulla naturalezza, è in voga la femminilità conturbante con un fisico dalle curve esplosive.

I colori più usati per gli occhi sono le tinte semplici come il marrone ed il grigio, dalle sfumature più chiare per il giorno e un effetto “smoke” per la sera, il punto di forza sono le sopracciglia più folte e naturali rispetto al passato, l’incarnato è sempre sui toni morbidi come il rosato pallido.

Per la bocca il rossetto rosso rimane il protagonista, ma con contorni più pieni e naturali.

I capelli si allungano ma sono sempre ondulati. La più imitata fu Veronica Lake, che con le sue onde bionde a coprire metà del viso, diede vita al famoso “peek a boo bang”.  

MAKE-UP NEGLI ANNI ’50

Il trucco anni ’50 è sicuramente tra i più famosi di sempre, è un decennio che viene ricordato tra le varie cose anche per il make-up femminile, soprattutto grazie ad alcune icone di bellezza come: Grace Kelly, Audrey Hepburn, Sofia Loren e Marilyn Monroe.
L’ideale di donna in quest’epoca diventa più romantica e rassicurante.

Il Make-up delle PinUp è tra i più “studiati” e ritenuto ancora oggi moderno, sono tantissime le Spose che scelgono di realizzare un matrimonio Rockabilly, valorizzato dalla scelta musicale, dai colori accesi e dagli abiti corti delle spose.

Protagonisti indiscussi sono gli occhi, con la matita disegnate il contorno per un effetto di occhio a “cerbiatto”.
Le sopracciglia sono folte e definite, per il mascara è consigliabile un prodotto volumizzante e capace di incurvare le ciglia.
Il rossetto rosso fuoco si abbina perfettamente allo smalto delle unghie laccate.
La lunghezza dei capelli è medio-lunga con boccoli ultra voluminosi. Se i capelli sono raccolti si possono utilizzare fasce oppure velette a pois.

MAKE-UP NEGLI ANNI ’60

Parlando di Vintage Make-up uno dei più iconici é sicuramente il trucco anni ’60.
Si presta perfettamente per le spose che hanno pensato ad un matrimonio più informale, con un abito semplice, mono-tessuto, l’ideale sarebbe con una gonna corta.
Per un look fresco e giovanile si consiglia una base molto semplice, lasciando il colore naturale della pelle, aggiungendo solo una leggera sfumatura rosa sulle guance.
Anche le labbra sono molto semplici, si preferiscono i rosa pallidi, soprattutto se siete caratterizzate da colori chiari. Se volete aggiungere un po’ di volume alle labbra potete pensare ad un leggero contorno labbra un po’ più scuro ma sfumato verso l’interno.
Per quanto riguarda il trucco occhi potete optare per due diverse soluzioni:

  • un trucco occhi dai colori caldi con una perfetta linea di eyeliner in stile cat eyes, per ottenere un vero effetto “occhi da gatta”, come riferimento potete prendere Brigitte Bardot.
  • in alternativa potreste optare per un trucco occhi grafico come quello di Twiggy, con un Cut Crease molto evidente e ciglia esagerate.

I capelli infine, devono essere decisamente voluminosi, sia se li tenete sciolti che raccolti. Anche la frangia deve essere molto folta e voluminosa. Gli anni ’60 sono infatti gli anni del beehive, “acconciatura ad alveare”, le acconciature sono tutte elaborate e rigorose!

Copyright 2020. Tutti i diritti riservati. - Matrimonio Vintage P.IVA 02835540648 - Privacy Policy